Aumenta dimensione fontDiminuisci dimensione font

Taglio del nastro per il campo da street basket realizzato da Rotary Club e Comune di Massa Marittima

E’ stato inaugurato venerdì 9 luglio a Massa Marittima, con la partecipazione dei ragazzi, il nuovo campo da street basket realizzato nell’area esterna della scuola primaria di viale Martiri della Niccioleta, dal Comune in collaborazione con il Rotary Club.

Una iniziativa nata per rispondere alle richieste dei giovani, proprio per volontà del past president del Rotary, Magdy Lamey, che in collaborazione con l’assessorato alle Politiche giovanili del Comune, ha voluto offrire ai ragazzi della città uno spazio di libero accesso in cui promuovere il benessere e i corretti stili di vita, attraverso lo sport all’aria aperta.

All’inaugurazione sono intervenuti il sindaco di Massa Marittima, Marcello Giuntini, il vicesindaco Maurizio Giovannetti, il past president del Rotary, Magdy Lamey insieme al nuovo presidente Andrea Vinciarelli e la dirigente scolastica Marcella Rossi.

“Una iniziativa che è nata partendo da una richiesta dei giovani – sottolinea il sindaco di Massa Marittima, Marcello Giuntini – recepita da un’associazione e colta come un’opportunità dal Comune di Massa Marittima. Mi sembra un bel modo di fare sinergia, di essere comunità.”

“Il Rotary, insieme all’amministrazione comunale ha scelto questo luogo di pertinenza alla scuola ma aperto a tutti, affinché sia utilizzato al massimo. – ha commentato Magdy Lameypresidente del Rotary di Massa Marittima –  Vorrei sottolineare come il Rotary sia sempre stato sensibile nell’ ascoltare le esigenze dei giovani, che in questo particolare caso ci hanno fatto pervenire la necessità di questo campo da street basket che a Massa Marittima mancava. Un progetto nato grazie alla paritetica sensibilità dimostrata dal nostro sindaco Marcello Giuntini e dalla dirigente scolastica Marcella Rossi che ci ha messo a disposizione l’area. Ringrazio l’assessore comunale Irene Marconi e l’ufficio tecnico del Comune, nella persona dell’architetto Sabrina Martinozzi e ringrazio il nuovo presidente del Rotary Andrea Vinciarelli, che mi ha dato possibilità di concludere questo progetto. Mi piacerebbe vedere subito i nostri ragazzi utilizzare l’infrastruttura con la speranza che proprio loro possano preservarla da atti di vandalismo”.