Aumenta dimensione fontDiminuisci dimensione font

Massa Marittima ricorda i Martiri di Niccioleta

Domenica 13 giugno si svolgeranno le celebrazioni del 77° anniversario dell’eccidio

Domenica 13 giugno, a partire dalle ore 9, a Niccioleta, nel comune di Massa Marittima, si svolgeranno le celebrazioni del 77° anniversario dell’eccidio dei Martiri di Niccioleta. Quest’anno prenderà parte alla commemorazione anche il professor Filippo Focardi, docente di Storia Contemporanea dell’Università di Padova e direttore scientifico del progetto “Le vittime italiane del nazionalsocialismo”.

“L’eccidio di Niccioleta rappresenta una ferita ancora aperta e profonda nella nostra comunità – sottolinea il sindaco di Massa Marittima, Marcello Giuntini – un dramma che sconvolse il villaggio minerario e la città di Massa Marittima. Nella notte tra il 12 e 13 giugno 1944 le truppe nazifasciste irruppero nel villaggio minerario di Niccioleta e arrestarono 150 persone. Solo una parte di queste fu rilasciata. Sei minatori furono fucilati nella sala dopolavoro e 77 furono trasportati e uccisi a Castelnuovo Val di Cecina nel tardo pomeriggio del 14 giugno. In tutto persero la vita 83 minatori. Mantenere vivo il ricordo di questa tragedia umana, è un compito essenziale che le istituzioni devono portare avanti con forza e determinazione, soprattutto di fronte agli inaccettabili tentativi revisionisti.”

Le celebrazioni in ricordo dell’eccidio apriranno domenica 13 giugno, alle ore 9, con la Santa Messa nella parrocchia di Niccioleta. Alle 10 e 30, in piazza del Minatore, dopo il saluto del sindaco, Marcello Giuntini, interverrà Filippo Focardi docente di Storia Contemporanea dell’Università di Padova e direttore scientifico del progetto “Le vittime italiane del nazionalsocialismo”.

La cerimonia proseguirà con la lettura dei nomi delle vittime dell’eccidio di Niccioleta da parte dei ragazzi della comunità educativa Don Luigi Rossi (a cura della sezione Anpi di Massa Marittima).

Parteciperà alla commemorazione anche la banda di Torniella.

In caso di pioggia la cerimonia si sposterà al Centro Documentazione della Miniera.

Alle ore 12, nel rispetto della normativa anticovid che vieta l’assembramento e obbliga al distanziamento tra persone, non potendo dare corso al corteo, si procederà direttamente con la deposizione della corona al cippo della Memoria per i Martiri di Niccioleta.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA