Aumenta dimensione fontDiminuisci dimensione font

Massa Marittima, l’imposta di soggiorno allargata anche alle case private destinate alle locazioni turistiche

Dall’1 giugno 2021 l’imposta di soggiorno è dovuta anche dai turisti che decidono di trascorrere le loro vacanze nelle abitazioni private. E dal prossimo anno il periodo d’imposta sarà per tutte le strutture ricettive, quindi anche per le case private, dall’1 aprile al 31 ottobre.

“Questa è una importante novità – sottolinea Irene Marconi, assessore al Turismo del Comune di Massa Marittima – in quanto si riconoscono a tutti gli effetti come strutture ricettive anche gli immobili posseduti da privati e destinati a tale scopo. E si garantiscono standard di qualità per tutti gli ospiti in tutte le strutture.”

Pertanto chi concede in locazione immobili o porzioni di essi per finalità turistiche, anche nel caso di gestione in forma indiretta (ad esempio tramite una agenzia immobiliare) è tenuto ad effettuare una serie di adempimenti telematici verso la Regione a fini statistici. Inoltre, è tenuto a comunicare gli alloggiati alla Questura provinciale e in ultimo al Comune per l’imposta di soggiorno, tramite apposito portale. Adempimenti già effettuati da tutte le altre strutture ricettive presenti nel territorio massetano.

E’ possibile consultare le informazioni relative all’imposta di soggiorno del Comune di Massa Marittima al seguente link https://www.comune.massamarittima.gr.it/tributi-2/imposta-di-soggiorno/ oppure contattando direttamente l’ufficio tributi tramite email a.ludovico@comune.massamarittima.gr.it, c.guazzini@comune.massamarittima.gr.it o telefonicamente allo 0566 906237/35.

La legge stabilisce che chi concede in locazione immobili o porzioni di essi per finalità turistiche, anche nel caso di gestione in forma indiretta (ad esempio tramite un agenzia immobiliare), comunichi, con modalità telematica, al Comune nel cui territorio gli alloggi sono situati, le informazioni relative all’attività svolta, utili a fini statistici, attraverso la procedura telematica a cui si accede dal sito web della Regione Toscana al link: http://www.regione.toscana.it/-/comunicazione-locazioni-turistiche.

Per chi affitta appartamenti a fini turistici è, inoltre,  obbligatoria la comunicazione degli alloggiati alla Questura del proprio capoluogo di Provincia entro il giorno successivo all’arrivo (o il giorno stesso se il soggiorno dura solo una notte) tramite il servizio “AlloggiatiWeb”, raggiungibile all’indirizzo: https://alloggiatiweb.poliziadistato.it/PortaleAlloggiati/