Aumenta dimensione fontDiminuisci dimensione font

Massa Marittima entra ufficialmente nell’ Associazione dei Comuni Toscani. Approvata all’unanimità dal Consiglio Comunale la convenzione

Approvata all’unanimità nel corso della seduta consiliare di ieri sera, l’adesione del Comune di Massa Marittima all’ ACT, Associazione dei Comuni Toscani, nata nell’anno 2015 sulla scorta di un modello di organizzazione territoriale di rete, che prevede obiettivi e progettazioni condivise. L’Amministrazione massetana si aggiunge a quelle di Piombino, Campiglia Marittima e San Vincenzo. L’Associazione è un organismo formato da Comuni con lo scopo di mettere in sinergia scelte e azioni concrete di sviluppo locale, al fine di migliorare la qualità di vita sui territori di competenza. L’ACT si pone come scopi principali: stimolare la costituzione di comunità giovanili che possano affiancare l’Associazione al fine di avere un punto di vista rivolto all’innovazione, favorire la strutturazione di laboratori di marketing territoriale aperti a tutti, tesi a sensibilizzare la comunità sul tema della difesa ambientale, della promozione del territorio e del miglioramento del sistema locale di accoglienza. Infine tra gli obiettivi dell’organismo rientra lo sviluppo di accordi e partnership con tutte le organizzazioni del territorio che vogliano collaborare con l’associazione a livello nazionale ed europeo. Il tutto da realizzare attraverso una metodologia di progettazione partecipata, che porti ad una condivisione il più collettiva possibile delle scelte e rappresentativa delle diverse realtà presenti sul territorio. I progetti, una volta definiti saranno attuati con il concorso di tutti gli attori interessati, ricorrendo a tutte le forme e le fonti di finanziamento utilizzabili, con un’attenzione particolare al reperimento di finanziamenti sulla base di bandi europei. “Entriamo a far parte dell’Associazione- spiega il sindaco Marcello Giuntini- convinti che questo sia il modo giusto per decidere sullo sviluppo locale e realizzare fattivamente gli obiettivi che sono comuni ai vari territori aderenti, avendo già sperimentato questo metodo partecipato di rete, nella progettazione della Ciclopista Tirrenica e nel progetto per l’accesso ad un finanziamento del MIUR sull’Istruzione”.
Il valore principale su cui si fonda l’Associazione, come spiega la convenzione approvata, è che la comunità e le sue forme associative abbiano le potenzialità per partecipare alla progettazione del cambiamento necessario al miglioramento della vivibilità dei luoghi di lavoro e dei contesti territoriali: per questo alla base del lavoro dell’ACT ci sarà l’ascolto dei cittadini e delle imprese locali, che permetta di erogare i servizi tesi a soddisfare i loro fabbisogni.