Aumenta dimensione fontDiminuisci dimensione font

Massa Marittima: al lago dell’Accesa un laboratorio conviviale per i cittadini sul futuro dell’area con cena e musica

Lunedì 26 luglio, dalle 18 alle 22. Per partecipare all’evento prenotare, preferibilmente entro il 23 luglio, al seguente link http://bit.ly/ancoraccesa

Lunedì 26 luglio, dalle 18 alle 22, al Lago dell’Accesa, si terrà un laboratorio conviviale per i cittadini sul futuro dell’area, dal titolo “Quale futuro per il lago dell’Accesa? Parole, cibo e musica”. Si tratta del primo laboratorio organizzato in presenza nell’ambito del progetto “Ancora Accesa, tutela e promozione del comprensorio del Lago dell’Accesa”, una iniziativa partita dal basso, durante il periodo di pandemia, da un gruppo di cittadini che ha chiesto al Comune di Massa Marittima, già da tempo impegnato nell’attuazione di interventi di valorizzazione del lago, di procedere verso l’attivazione di un percorso partecipativo.

Il progetto “Ancora Accesa” è stato cofinanziato dalla Regione Toscana, nell’ambito della legge regionale 46/2013, e dall’amministrazione comunale ed è partito a giugno, con la partecipazione di privati cittadini, strutture ricettive, associazioni e operatori economici. Il Comune ha incaricato la Simurg Ricerche di gestire tutti gli eventi partecipativi.

“Si tratta di una vera e propria chiamata ad intervenire per tutti coloro che amano il Lago e hanno voglia di contribuire alla sua tutela e valorizzazione – afferma Maurizio Giovannetti, vicesindaco di Massa Marittima – Il progetto mira alla creazione di una rete di soggetti pubblici e privati che pur partendo da punti di vista differenti arrivino, alla fine del percorso ad una sintesi comune, ovvero alla ‘Carta del Lago’, una visione condivisa sul futuro dell’area, una sorta di vademecum che contenga i principi e le regole utili per  godere di un’esperienza a contatto con la natura, nel rispetto delle peculiarità di quest’area e secondo il principio della condivisione, allo scopo di preservare una risorsa tanto preziosa sia dal punto di vista paesaggistico e turistico, che sotto il profilo ambientale, considerato il ricco e delicato ecosistema. Il progetto si svilupperà attraverso una fase di ascolto, una fase di proposta e una di restituzione.”

Per il primo laboratorio in presenza del progetto è stata scelta una data particolare che ricorda il giorno di Sant’Anna, in cui secondo la leggenda il 26 luglio di oltre 800 anni fa, nel 1218 è nato il Lago.

Il programma prevede il laboratorio gestito dalla Simurg, dei momenti di musica con Paolo Mari e letture a cura dell’associazione Liber Pater. Infine la cena a base di prodotti locali organizzata da Melosgrano.

La partecipazione è gratuita. Per partecipare alla cena è necessario prenotare entro il 23 luglio.

 Per prenotare: http://bit.ly/ancoraccesa