Aumenta dimensione fontDiminuisci dimensione font

Bonus sociale elettrico per disagio fisico

BONUS SOCIALI (acqua, luce, gas) modifiche: si ricorda che l’art.57-bis del decreto-legge 124/2019 ha innovato la disciplina in materia di bonus sociali attribuendo nuove competenze all’ARERA e prevedendo, tra l’altro, al comma 5, che, a decorrere dal 1 gennaio 2021, i bonus sociali per la fornitura dell’energia elettrica e del gas naturale, e le agevolazioni relative al servizio idrico integrato, siano riconosciuti automaticamente a tutti i soggetti il cui Indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) in corso di validità sia compreso entro i limiti stabiliti dalla legislazione vigente.

Nella prima fase di attuazione del nuovo sistema automatico di riconoscimento dei bonus saranno inclusi sia nuclei familiari che precedentemente non avevano richiesto il bonus, sia i nuclei familiari già beneficiari di bonus e con agevolazione in corso di erogazione; il riconoscimento dei bonus sociali sarà quindi automatico (senza dover presentare apposita domanda presso i comuni o i CAF) per tutti i cittadini che richiederanno l’attestazione ISEE e che rispetteranno i requisiti di ammissione all’agevolazione.

L’unica domanda che il Comune  può accettare è il BONUS ELETTRICO PER DISAGIO FISICO

CHI PUÒ PRESENTARE LA DOMANDA

Il bonus elettrico per disagio fisico può essere richiesto solo dall’intestatario della fornitura, anche se diverso dal soggetto che utilizza l’apparecchiatura elettromedicale.
In tal caso per presentare la richiesta di bonus non occorre l’attestazione ISEE, ma è necessario che presso l’abitazione del richiedente sia presente (residente o domiciliato) un soggetto affetto da grave infermità, costretto ad utilizzare apparecchiature elettromedicali per il mantenimento in vita.
In tal caso occorre presentare la certificazione dell’Azienda USL di riferimento, che attesti la dipendenza da tali apparecchiature.

DOCUMENTI DA PRESENTARE

La modulistica necessaria e gli allegati da presentare sono disponibili presso gli uffici comunali e sul sito www.sgate.anci.it.

COSA FA IL COMUNE

Il Comune costituisce il tramite tra il cittadino e le imprese distributrici di energia elettrica.
Effettua un primo controllo sui requisiti del richiedente, accoglie le domande, compila una richiesta sul sistema informatico predisposto da ANCI e rilascia all’utente una ricevuta, unitamente a delle credenziali attraverso le quali il cittadino potrà verificare lo stato della propria pratica.
Il bonus elettrico, sempre nel rispetto dei requisiti previsti per ogni singola misura, è cumulabile con il bonus gas e il bonus idrico.

COME PRESENTARE LA DOMANDA

Le richieste possono essere presentate in ogni periodo dell’anno.
L’agevolazione è riconosciuta: finché è necessario l’utilizzo dei dispositivi, senza interruzione e senza necessità di rinnovare la richiesta.

Modulo_B_fisico

Allegato_ASL