Aumenta dimensione fontDiminuisci dimensione font

A Massa Marittima 270 motociclisti da tutta Italia per il campionato italiano di regolarità gruppo 5

Domenica 12 settembre le moto da enduro d’epoca si muoveranno sulle strade di campagna di Massa Marittima  

Oltre 270 motociclisti con staff al seguito saranno i protagonisti a Massa Marittima, domenica 12 settembre della gara del Campionato italiano di Regolarità Gruppo 5. La città del Balestro con questa importante competizione dà il via alla ripresa delle sfide agonistiche nazionali dopo la pausa estiva.

Solo Enduro è il promoter giornalistico ufficiale di questa gara organizzata dall’associazione Motoclub Massa Veternensis, affiliato alla Federazione Motociclistica Italiana, in collaborazione con il Comune di Massa Marittima e l’Unione dei Comuni Colline Metallifere.

“Alla gara possono iscriversi tutte le persone in possesso di una moto da enduro in regola con il codice della strada, assicurata e targata. – spiega Simone Cini, presidente dell’associazione Motoclub Massa Veternensis – Questa è una gara specifica per moto da enduro d’epoca, che vanno dagli anni sessanta agli anni ottanta. È la prima volta che organizziamo un evento di questo genere a Massa Marittima ed è stato molto apprezzato: abbiamo iscritti provenienti da tutta Italia, dalla Lombardia alla Sicilia. Il nostro è un territorio ideale per questo genere di gare perché qui è possibile coniugare tecnica e divertimento con la straordinaria bellezza del panorama. Il percorso si snoda su 41 chilometri nelle campagne di Massa Marittima, tutto su strade regolarmente indicate su mappa. Per l’occasione abbiamo ripulito dalla vegetazione anche delle vecchie strade chiuse che sono state inserite nel percorso. Non è previsto il pubblico e le moto non toccheranno il centro di Massa Marittima. Tuttavia, per chi volesse ammirarle è possibile farlo sotto alla Sarzanese Valdera, sulla variante di Ghirlanda, dove dalle 8 e 40 del mattino fino alle 16 del pomeriggio si svolgerà in un campo visibile da strada il cross test, una prova speciale. Non ci saranno particolari modifiche alla viabilità, l’unica strada chiusa al traffico quel giorno è via Gramsci, una scelta dettata dalla logistica del punto Covid per gestire la mole di iscritti. Durante tutta la manifestazione saranno garantiti i protocolli di sicurezza anticontagio da Covid-19. Ringrazio il Comune e l’Unione dei Comuni per la collaborazione, la Polizia Municipale, i Carabinieri e i Carabinieri Forestali di Massa Marittima, la Misericordia di Massa Marittima che collabora alla gestione del Punto Covid, AM Turistic che per l’intera giornata di sabato mette a disposizione un elicottero per poter vedere le speciali dall’alto e la Società Sportiva Massa -Valpiana che ci ha concesso lo spazio all’interno dello Stadio Elmi per allestire il parco dove rimarranno tutte le moto per la verifica tecnica prima della gara.”

“Un plauso agli organizzatori che con passione e per volontariato sono riusciti a portare a Massa Marittima un’importante manifestazione di livello nazionale come questa –  -sottolinea Maurizio Giovannetti, vicesindaco del Comune di Massa Marittima –che rappresenta una bella occasione di promozione del territorio, oltre a creare un interessante indotto economico per le strutture ricettive e della ristorazione. Considerando, infatti, che ogni motociclista iscritto arriva a Massa Marittima con una media di due persone al seguito, avremo per un intero fine settimana oltre 800 visitatori. Alcuni iscritti approfittano della gara per fermarsi a Massa qualche giorno in più in modo da visitare tutta la Maremma. Ovviamente la gara è stata organizzata nel rispetto dei protocolli anticovid.”

Credits FOTO: FUORISTRADA & MOTOCROSS D’EPOCA