Aumenta dimensione fontDiminuisci dimensione font

“Teatro on air” a Massa Marittima. Sabato 9 marzo Paolo Sassanelli porta in scena “Il grande inquisitore” di Dostoevskij

Secondo spettacolo del teatro dedicato anche a persone con disabilità. Ore 21 nell’ex Convento delle Clarisse. Diretta streaming su Radio Oltre

 Dopo il successo del primo spettacolo con Giuseppe Cederna, il “Teatro on air” di Massa Marittima (Gr) torna sabato 9 marzo alle ore 21 sul palco dell’ex Convento delle Clarisse, Piazza XXIV Maggio, con “Il grande inquisitore”, un capitolo del romanzo I Fratelli Karamàzov dello scrittore russo Fëdor Michajlovič Dostoevskij letto e interpretato da Paolo Sassanelli.  Attore, sceneggiatore  e regista, ha preso parte a numerosi film e spettacoli teatrali ma il suo successo è legato soprattutto alle fiction  come “Un medico in famiglia” e “L’ispettore Coliandro”.  “Teatro on air” è una stagione teatrale che fino al 4 maggio prevede spettacoli con grandi nomi del panorama teatrale nazionale, pensata per essere condivisa con le persone che non possono andare a teatro: non vedenti, disabili, malati e anziani.  Tutti gli spettacoli rinunciano alla scenografia ai costumi, alle azioni e si affida solo alla parola con un cartellone composto interamente da letture con la voce come unica e grande protagonista. il pubblico potrà essere presente in sala ma si potrà seguire da tutta Italia gli spettacoli anche online in diretta, gratuitamente, tramite Radio Oltre,  la web radio dell’Istituto dei Ciechi Francesco Cavazza di Bologna accessibile dal sito www.cavazza.it oppure: www.teatro-on-air.com un modo per condividere nello stesso istante le suggestioni e le emozioni della parola letta. Paolo Sassanelli con  “Il grande inquisitore” racconta la storia di un Cristo che dopo millecinquecento anni dalla sua morte torna sulla terra a Siviglia. Cammina per le strade della città spagnola dove, alla presenza di tutti i cittadini, il cardinale Grande Inquisitore sta consegnando al rogo un centinaio di eretici. Il suo arrivo è silenzioso, eppure il popolo lo riconosce, circonda, è pronto a seguirlo. Ma in quel momento il Grande Inquisitore attraversa la piazza, si ferma a guardare la folla, incupito. Poi ordina alle sue guardie di catturare  Cristo e rinchiuderlo in prigione.  Nell’oscurità del carcere, il vecchio e potente ministro della Chiesa pronuncia contro il Messia un fortissimo atto d’accusa, condannandolo a morte. In questo episodio contenuto nel romanzo “I Fratelli Karamazov” Fëdor Dostoevskij afferma il proprio pensiero filosofico-religioso: la libertà dell’essere umano si basa su una fede senza dogmi e miracoli, senza gerarchie e autorità, contrapposta alla dottrina che in nome di un mandato superiore e indiscutibile sottrae agli uomini la consapevolezza di sé e il libero arbitrio. “Amo la radio ed ascoltare la voce – ha commentato Paolo Sassanelli – per questo ho accettato con entusiamo di partecipare a questa rassegna che mi permetterà di interpretare uno dei capolavori più celebri della letteratura di tutti i tempi, non solo davanti ad un pubblico fisicamente presente nel teatro, ma anche tante altre persone che potranno ascoltarmi tramite la radio. Sarà importante l’interpretazione e l’uso della voce ma il testo è talmente straordinario che sono sicuro saprà coinvolgere chi ci ascolta”. “Il teatro è un luogo che stimola le persone ad aggregarsi serenamente, a ridere insieme, a commuoversi insieme, a sognare insieme – sottolinea l’autore e regista Massimiliano Gracili ideatore della rassegna – e sostenere il progetto “Teatro on air” significa permettere a molte persone lontane, sparse per l’Italia e che normalmente non hanno accesso ai teatri, di poter fruire e godere gratuitamente degli spettacoli in cartellone grazie ad internet. In più significa contribuire allo sviluppo culturale di un territorio e compiere un atto di generosità a favore della collettività, dei giovani e delle persone meno fortunate”.   Il progetto è stato realizzato dall’Associazione Liber Pater con la Cooperativa sociale Arcobaleno e il sostegno del Comune di Massa Marittima e il Patrocinio della Regione Toscana e della Siae, è frutto della collaborazione tra l’Unione Italiana ciechi e ipovedenti e la Lega Italiana Lotta alla distrofia muscolare, l’Anmil ( Associazione Nazionale fra lavoratori mutilati e invalidi) e  il Favo ( Federazione Italiana delle associazioni di volontariato in oncologia).  Il costo d’ingresso agli spettacoli è di 10 euro, info e prevendite www.teatro-on-air.com  Il prossimo spettacolo del cartellone di Teatro On Air in programma sabato 30 marzo ore 21 con l’attore Ivano Marescotti che interpreta “L’uomo nell’astuccio” di Anton Čechov.