Aumenta dimensione fontDiminuisci dimensione font

Con il nulla osta della Soprintendenza, partono i lavori Dell’Acquedotto del Fiora S.p.A. di ripristino della fognatura in via Massetana

Avrà inizio domani 17 febbraio l’intervento sulla fognatura con il restauro del tratto di mura storiche che costeggia via Massetana, rimasto danneggiato dalle forti piogge di alcuni mesi fa. L’Acquedotto del Fiora (che già aveva ricevuto una segnalazione dal Comune e programmato il ripristino di quel tratto di rete prima che avvenisse l’evento), provvederà ai lavori che avranno la durata di circa 30 giorni lavorativi. I tempi di attesa per la partenza dell’intervento di restauro del piccolo crollo che ha interessato un paramento della cinta, sono dovuti all’iter richiesto dalla normativa nel caso di patrimoni storico culturali: è stata infatti necessaria la redazione di un progetto da parte di Acquedotto del Fiora approvato poi dal Comune di Massa Marittima, una conferenza di servizi e l’attesa, da parte della società che gestisce i tratti di fognatura, del nulla osta dalla Soprintendenza. “Finalmente saranno affrontati i disagi che la nostra cittadina ha dovuto subire a causa della viabilità ridotta nel luogo interessato dal danno. – commenta l’assessore ai lavori pubblici Maurizio Giovannetti – Purtroppo, come ci ha spesso confermato la Sopraintendenza stessa, non esistono procedure di eccezionalità negli interventi che necessitano di pareri sul Vincolo Monumentale e anche in casi particolari come questo, si deve seguire l’iter burocratico che molti dei nostri cittadini conoscono bene per pratiche in zone di tutela. Del resto quando si tratta di beni storico architettonici che hanno un così grande pregio, questi passaggi sono sicuramente necessari; la normativa nazionale però dovrebbe permettere ai tecnici competenti di avere delle possibilità di esprimersi in tempi più brevi, soprattutto nei casi di eccezionalità come questo, dove oltre al disagio generale, vi sono cause di pericolo come quelle che ci possono presentare nella circolazione stradale in zone interessate da  cantieri per lavori”.