Aumenta dimensione fontDiminuisci dimensione font

Nasce a Massa Marittima il primo festival di lettura scenica in Italia

Parole & Voci – Festival di lettura scenica

Massa Marittima, 12 / 22 aprile 2018

Presentato ieri mattina nella sala della Giunta Comunale di Massa Marittima, il grande “Festival della lettura” organizzato dall’associazione Liber Pater e in programma per il prossimo aprile in città. Un evento particolare che coinvolgerà vari spazi al chiuso e all’aperto e comprenderà una serie di iniziative rivolte a lettori o ascoltatori di ogni età: ci saranno personaggi di spicco del panorama nazionale della scrittura e dell’interpretazione scenica, colazioni al bar con letture di testi briosi nei fine settimana, animazione per i bambini, contest di interpretazione e tante letture.. di testi di ogni genere “ovunque e per chiunque” come recita il motto dell’associazione che ha raccolto un’entusiasta partecipazione della comunità e delle associazioni locali.

Alla conferenza stampa, presenti anche il sindaco e gli assessori del Comune di Massa Marittima che supporta l’iniziativa, c’erano il regista Massimiliano Gracili, Sonia Lenzi, Sandro e Giorgio Petri, Lucia Montomoli, Fulvia Carrucoli, Anarita Tiezzi.. che in qualità di organizzatori e di partecipanti ai progetti hanno illustrato come è nata e in cosa consisterà la kermesse primaverile.

“Perché un Festival tutto incentrato sulla Lettura? Perché ci piacciono le Storie. Raccontarle e Ascoltarle.

Perché quando si legge a Voce Alta lo si fa sempre per qualcun altro che è lì davanti ad Ascoltare. E ascoltare significa stare a Sentire con attenzione. Dunque apprendere. Imparare. Conoscere. E la conoscenza è alla base dello sviluppo umano. Dello sviluppo della società. Di una Comunità.”

Il festival nasce dall’incontro tra l’associazione Liber Pater, che da anni si occupa di promozione della cultura grazie al linguaggio teatrale e la comunità dei lettori massetani, un gruppo composito, intergenerazionale, che frequenta abitualmente la Biblioteca comunale.

L’occasione è stata un primo laboratorio di lettura ad alta voce a beneficio di persone ipovedenti e non vedenti; l’esperienza è poi proseguita con numerosi laboratori di lettura espressiva, che hanno dato vita anche ad esperienze di volontariato con letture presso le scuole di 1° grado e gli istituti per anziani.

I laboratori anche come momento per far riavvicinare le persone, dare loro la possibilità di conoscersi, ritrovarsi, utilizzare spazi comuni, condividere un’esperienza in una fase in cui il tessuto sociale dei piccoli borghi è in difficoltà.

Il felice percorso, iniziato nel 2015, ha dato vita a letture in occasioni di eventi, spettacoli di lettura scenica, rappresentazioni teatrali, i cui protagonisti sono quei cittadini accomunati dalla passione della lettura che hanno ora scoperto l’esperienza del palcoscenico.

Da qui nasce l’idea di un festival, l’unico in Italia, di lettura scenica.

L’evento, che si svolgerà per dieci giorni dalla metà di aprile, proporrà letture sceniche curate da gruppi massetani e del territorio, reading teatrali, letture nelle scuole, incontri con autori, un concorso di lettura con la presenza dell’autore, colazioni con letture nei bar, e anche un convegno sulle politiche di promozione della lettura.

Sabato 14 sarà protagonista la figura di Luciano Bianciardi, grazie ad un reading curato da Maurizio Vivarelli, già direttore della Biblioteca comunale G. Badii di Massa Marittima e attualmente docente presso l’Università di Torino. L’evento vedrà la partecipazione della Fondazione Bianciardi.

Sabato 21 sarà ospite del festival Stefano De Sando, attore e doppiatore di Robert De Niro, Marlon Brando, Martin Sheen.

Domenica 22, in occasione della Giornata mondiale del Libro, il centro storico di Massa Marittima sarà la scenografia della lettura diffusa di “Outsiders”, libro di Alfredo Accatino sulle biografie di grandi artisti che non hanno avuto la celebrità durante la loro vita. L’autore sarà presente al festival. Alfredo Accatino, figlio del pittore Enrico, oltre che scrittore è curatore di grandi eventi pubblici come Pavarotti & Friends, le inaugurazioni dei Giochi Olimpici invernali e di Expo 2015.

Massimiliano Gracili e Sonia Lenzi referenti dell’associazione e coordinatori dell’organizzazione si sono detti entrambi piacevolmente stupiti dal successo di partecipazione e di impegno che il gruppo ha raccolto nella comunità locale. Tanti lettori riuniti, senza nessuna particolare formalizzazione, che, nell’occasione del festival, hanno raccolto anche la partecipazione di tante associazione e altre realtà del territorio come l’Accademia Omero Martini e La Fondazione Museo di Santa Cecilia , le cooperative Colline Metallifere e Arcobaleno, le associazioni Iride, Ytaca, Direfare , la biblioteca e le scuole cittadine. Altra curiosità, in programma per il 19 aprile anche una passeggiata nel sentiero naturale della Camilletta fino a Le Tane, accompagnata da letture sul tema della natura e della speleologia.

Il programma completo sarà disponibile a breve online su:

www.associazioneliberpater.com

www.paroleevoci.it

ContattI:

paroleevoci@gmail.com

associazioneliberpater@gmail.com

L’ARTE SULLE LABBRA di Alfredo Accatino 8/2/2018

“Il mondo cambia, ed è bello che cambi… Così l’arte, oggi, può diventare un racconto, una storia.Che ha bisogno delle immagini, ma ne può anche fare a meno. E dopo tanto girovagare anche l’arte ritorna alle origini, in Toscana, nella terra del Vasari che con le sue “Vite” ha raccontato per primo la vita e le opere dei grandi pittori.

Grazie al Festival e all’iniziativa voluta da Massilimilano Gracili racconteremo invece la storia di artisti sconosciuti di tutto il mondo. Storie spesso inedite che arrivano da tutto il mondo, che volevo raccontare prima che svanissero. Qualcuno è stato piegato da difficoltà, guerre, malattie, perseguitati perché ebrei, folli o omosessuali. Qualcuno ha inseguito l’amore, altri hanno combattuto battaglie perse in partenza, o sono morti proprio quando stavano per farcela. Perché gli Outsiders sono perdenti per definizione. Non scelgono mai i luoghi e le date giuste per nascere, creare, amare, morire. Vivono in mondi paralleli. E hanno sempre l’indirizzo sbagliato.

Nella foto da sinistra a destra: Sandro Petri, il direttore artistico Massimiliano Gracili, Sonia Lenzi e Giorgio Petri dell’ass. Liber Pater