Aumenta dimensione fontDiminuisci dimensione font

Multiservizi. Sindaco Giuntini: “Chiedere stop ai compensi del Cda è una polemica infondata. I conti tornano”

“Rivendichiamo la scelta positiva di aver affidato ad una società partecipata la gestione della farmacia, dei parcheggi con parcometro e della casetta dell’acqua. Il Cda costa solo 8000 euro l’anno a monte di un fatturato di 1 milione e 200 mila euro nel 2018 e previsto in crescita nel 2019”. E’ questa la risposta del sindaco di Massa Marittima Marcello Giuntini alla mozione avanzata dai consiglieri di minoranza delle liste “Massa Comune” e “Massa va oltre” in cui hanno chiesto lo stop ai compensi del presidente e del consiglio di amministrazione della partecipata “Massa Marittima Multiservizi”.

“I tre membri del cda compreso il presidente – aggiunge il primo cittadino – hanno percepito nel 2018 complessivamente 8000 euro lordi che rappresentano meno di un terzo di quello previsto dalla riforma Madia. Un costo che non prevede nessun tipo di rimborsi spese come prevede lo statuto della Multiservizi. Inoltre la stessa legge ci dice che le società “in house”, partecipate da un solo ente, devono essere gestite non in modo volontaristico ma da soggetti esterni che siano in grado di portare avanti l’autofinanziamento. E’ successo più di una volta – sottolinea Giuntini – che società gestite in modo volontaristico alla fine sono fallite. Quindi un costo di 8000 euro a fronte di un fatturato di oltre 1 milione e 200 mila è davvero qualcosa di irrisorio”. Inoltre il sindaco elenca anche tutti i vantaggi di una partecipata gestita da manager . “In particolare sulla farmacia – precisa – sono state effettuate attente analisi per ottimizzare la gestione del magazzino, quella sul personale e sulla tenuta della contabilità con evidenti risparmi e il raggiungimento di una maggiore efficienza. Tutto questo senza nessun costo in più per la pubblica amministrazione – conclude il sindaco di Massa Marittima – che comunque mantiene la governance pubblica di importanti servizi per i cittadini”.