Aumenta dimensione fontDiminuisci dimensione font

Come si svolge la manifestazione

Il Balestro viene disputato nel pomeriggio in maggio , a partire dalle 17,30 ed in notturna in agosto (ore 21). La manifestazione ha inizio con la partenza del corteo storico, che da Cittanuova, scende fino ai piedi del Duomo, dove inizia la gara vera e propria. Dopo l’esibizione e le coreografie della Compagnia degli sbandieratori massetani,  il primo balestriere sale sul banco di tiro e scaglia la propria freccia verso il bersaglio, il “corniolo” o “tasso”.

Posto alla distanza di 36 metri, il corniolo, è si trova al centro del grande girifalco; il piccolo bersaglio, è un legnetto di forma troncoconica di 13 centimetri di diametro e sporgente 42 cm da una base circolare anche essa in legno e del diametro di 50 cm. Le frecce vengono scagliate mediante la balestra antica all’italiana, riproduzione di quelle usate nel ‘400. Il tiratore che riesce a conficcare la sua freccia più vicina al centro esatto del bersaglio, conquista la vittoria per il suo terziere. In dono, il “rione” vincente, riceve in premio una simbolica freccia d’oro, mentre al suo Terziere verrà assegnato il famoso palio, un grande drappo di seta, dipinto a mano da un artista; al balestriere, viene invece assegnata la simbolica “freccia d’oro” .

Da Maggio 2005, è stato istituito anche un altro particolare premio, il  “Collare Giovanni Soldini”, che spetterà al Terziere più vittorioso del decennio 200- 2015 o, in alternativa, al balestriere che entro tale anno vincerà per tre volte consecutive il Balestro del Girifalco.