Aumenta dimensione fontDiminuisci dimensione font

Certificato di agibilità

Cosa sono

La certificazione di abitabilità o di agibilità delle unità immobiliari è necessaria, oltre che per le nuove costruzioni, anche:
a) in conseguenza dell’esecuzione di lavori di ristrutturazione edilizia o di ampliamento e che riguardino parti strutturali degli edifici;
b) in conseguenza dell’esecuzione di lavori di restauro o ristrutturazione edilizia o di ampliamento contestuali a mutamento di destinazione d’uso.

A chi

Il cittadino in possesso del titolo necessario ad abitare od utilizzare qualsiasi tipo di edificio

Come fare

Occorre presentare una certificazione ed attestazione di agibilità su apposito modello predisposto dal Comune da ritirare presso l’Ufficio Edilizia Privata redatto dal Tecnico abilitato secondo le disposizioni di cui agli art. 149-150 della L.R.65/2014

Cosa serve

1. Modello da compilare: Agibilità
2. Certificato di collaudo o relazione finale;
3. Copia della dichiarazione presentata per l’iscrizione al catasto dell’immobile, comprensiva delle planimetrie e dell’attestazione dell’avvenuta presentazione;
4. Certificazione attestante l’allacciamento alla fognatura comunale o autorizzazione per la fossa Imhoff;
5. Dichiarazione del Direttore dei Lavori che le opere, nessuna esclusa, sono state eseguite a perfetta regola d’arte e danno garanzia di stabilità.
6. Relazione finale prevista dall’art. 6 della L. 1086/1971 anche nel caso in cui siano state impiegate strutture diverse da quelle in conglomerato cementizio armato o in metallo.
7. Dichiarazione del Direttore dei Lavori ai sensi del D.P.R. 425/1994.
8. Certificato di prevenzione incendi rilasciato dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco o dichiarazione del Direttore dei Lavori attestante la conformità degli stessi rispetto al progetto approvato dal Comando provinciale dei Vigili del Fuoco.
9. Dichiarazione di conformità di tutti impianti  installati o modificati, rilasciate dalle ditte installatrici, rese ai sensi dell’art. 9 della L. 46/1990 e art. 7 del D.P.R. 447/1991, con i relativi allegati obbligatori in originale (schema degli impianti, elenco materiali adoperati, copia del certificato di iscrizione alla C.C.I.A.A, progetto)
10. Progetto impianto elettrico (nei casi previsti dalla L. 46/1990)
11. Dichiarazione redatta da tecnico abilitato con la quale si attesta che i lavori e le opere sono stati realizzati nel rispetto della L. 13/1989 e D.M. 236/1989 e successive modifiche ed integrazioni, in materia di superamento ed eliminazione delle barriere architettoniche.

Quanto tempo occorre

L’attestazione è valida dalla data di presentazione della stessa all’Ufficio protocollo del Comune.

Quanto costa

I diritti di segreteria variano a seconda dell’intervento da realizzare e sono riportati in un apposita tabella.

A chi rivolgersi

Responsabile
Ing. Beatrice Parenti
tel 0566-906274
e-mail b.parenti@comune.massamarittima.gr.it

 Fabio D’Avino Istruttore Tecnico
e-mail f.davino@comune.massamarittima.gr.it  tel.0566/906277

Michele Mori     Istruttore Tecnico
e-mail m.mori@comune.massamarittima.gr.it tel.0566/906275

Dove rivolgersi

Comune di Massa Marittima, Piazza Garibaldi n.2 tel. 0566/906211 fax 0566/912052
Settore 6
Edilizia privata, Amministrazione del Patrimonio

Normativa di riferimento
L.R.65/2014