Aumenta dimensione fontDiminuisci dimensione font

Disagi per studenti e cittadini di Tatti a causa delle carenze del Trasporto Pubblico Locale: il sindaco di Massa Marittima interroga il presidente della Provincia

l Sindaco Marcello Giuntini, interroga il Presidente della Provincia in merito alle azioni intraprese dall’Amministrazione provinciale, per far fronte alle gravi problematiche relative al Trasporto pubblico Locale segnalate da molti utenti e dal Comune di Massa Marittima. In particolare, come si legge nelle colonne dell’articolo uscito ieri sulla stampa locale, da tempo viene fatta presente alla Provincia, competente in materia di Trasporto Pubblico Locale, l’insufficienza del numero di corse dei bus di linea, in particolar modo relativamente a due situazioni: i collegamenti inesistenti tra la frazione di Tatti e i territori circostanti, specialmente durante l’inverno, periodo in cui viene soppressa la tratta estiva verso Ribolla delle ore 8,00 con conseguente isolamento dei cittadini  privi di un proprio mezzo che vivono nel centro montano e la grave carenza del servizio che collega Massa Marittima con Suvereto. Una decina di studenti, provenienti da quel Comune e altri venti di altri centri della Provincia di Livorno tra cui Cecina, San Vincenzo, Campiglia Marittima, Riotorto e dalle zone rurali del territorio di Monterotondo Marittimo, devono affrontare viaggi estenuanti con vari cambi e attese o essere accompagnati dai genitori per raggiungere le scuole superiori di Massa Marittima. Una variegata utenza di quella zona è poi anche interessata a fruire dei servizi sanitari presenti presso il presidio ospedaliero Sant’Andrea. In proposito, viste le numerose segnalazioni di studenti e altri utenti e considerando anche la richiesta rimasta inevasa che il Comune di Massa Marittima fece a luglio 2017 affinché la Provincia provvedesse in merito, il sindaco Marcello Giuntini, osservato il mantenersi delle condizioni di disagio, ha preparato in qualità di consigliere provinciale, un’interrogazione orale. Nel testo dell’istanza Giuntini chiede al presidente Antonfrancesco Vivarelli Colonna: quali azioni politiche e istituzionali siano state intraprese dai competenti uffici provinciali per dare risposte concrete alle richieste avanzate nella nota di luglio inviata dal Comune e se il Presidente ha mai avuto modo di incontrare la società che gestisce il trasporto pubblico locale, Tiemme SpA, per le valutazioni sulla fattibilità e sui costi da sostenere per i servizi richiesti.Inoltre per quanto attiene il servizio di trasporto degli studenti, inter-provinciale ai sensi della L.R.T. 42/1998, poiché interessa territori facenti parte sia della Provincia di Livorno che di Grosseto, il sindaco interroga Vivarelli Colonna per sapere se ha avuto contatti con la Provincia di Livorno e con la Regione Toscana al fine di sollevare la questione presso i tavoli competenti e valutare l’istituzione dei servizi richiesti dalla cittadinanza. Si chiede quindi che l’interrogazione a risposta orale, venga posta all’ordine del giorno del prossimo Consiglio provinciale. “La pianificazione dei servizi di TPL- spiega il sindaco di Massa Marittima – è stata fatta diversi anni fa in vista della successiva gara regionale ed è quindi necessario adeguarla alle mutate esigenze degli utenti del servizio. La logica con cui presentiamo l’interrogazione è infatti quella di una costruttiva e fattiva collaborazione istituzionale, volta a trovare una soluzione ottimale che metta al centro le necessità dei cittadini e che cucia la pianificazione sulle loro esigenze e non viceversa che siano i fruitori a doversi adattare ad una organizzazione non più attuale e rispondente ai loro legittimi bisogni”.