Aumenta dimensione fontDiminuisci dimensione font

Assegno di maternità

DOMANDA ASSEGNO DI MATERNITA’

Decreto Legislativo 26 marzo 2001 n. 151

Articolo 74 – Assegno di maternità base
(Legge 23/12/1998 n.448, art.66, commi 1, 2, 3, 4, 5-bis, 6 – Legge 23/12/1999 n.488, art.49, comma 12 – Legge 23/12/2000 n.388, art.80, commi 10 e 11)

Annualità 2017
Possono presentare richiesta:

L’assegno di maternità può essere richiesto dalla madre del bambino (solo in casi particolari potrà essere richiesto da altri soggetti indicati dall’art.11 del D.M. 452/2000) entro 6 mesi dalla data del parto.

 

Requisiti per l’accesso al contributo:

La madre richiedente deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • – essere residente in Italia al momento della  nascita del figlio. E’ possibile richiedere l’assegno anche in caso di bimbi in: affidamento preadottivo o adozione  senza affidamento, entro 6 mesi dall’ingresso del minore nella famiglia anagrafica in tal caso la madre deve essere residente in Italia al momento dell’ingresso del minore nella propria famiglia;
  • – essere residente nel Comune di Massa Marittima, al momento di presentazione della domanda per l’assegno di maternità. Qualora sia cittadina extracomunitaria deve possedere il Permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo (rilasciato ai sensi dell’art. 9 del D.Lgs. 286/1998) o lo stato di rifugiata politica ed il bimbo deve essere iscritto nella carta di soggiorno di uno dei genitori;
  • convivere con il bimbo e averlo nella propria scheda anagrafica;
  • non deve aver fruito dell’indennità di maternità o averne fruito in misura ridotta  rispetto all’importo dell’assegno. In quest’ultimo caso le lavoratrici  possono avanzare richiesta per la concessione della quota differenziale. L’assegno di maternità non è infatti cumulabile con quello concesso dall’I.N.P.S. ai sensi dell’art. 49, comma 8, della Legge 488/1999;
  • deve far parte di un nucleo familiare ed avere una attestazione ISEE con indicatore della situazione economica equivalente, in corso di validità, con un valore (standard) non superiore a euro 16.954,95 annui.

 

Presentazione domanda:

L’istanza può essere presentata all’Uffcio Protocollo del Comune di Massa Marittima (GR) – 58024 – Piazza Garibaldi, 10.

 

Documentazione da allegare alla domanda:

  • Dichiarazione Sostitutiva Unica, ai sensi dell’ Art.3 del Decreto del Ministro della Solidarietà Sociale 25 Maggio 2001 n.337, ed Attestazione ISEE in corso di validità (D.P.C.M. 05/12/2013 n.159).
  • Copia fotostatica documento di identità valido e codice fiscale.
  • – Per i cittadini extracomunitari Permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo (rilasciato ai sensi dell’art.9 del D.Lgs. 286/1998).

 

Scadenza presentazione domande entro 6 mesi dalla data del parto

 

Informazioni contributo:

L’assegno può essere erogato sino ad un importo massimo di euro 338,89 mensili, per un periodo massimo di 5 mesi, e per un importo complessivo massimo di euro 1.694,45.

Il Comune, dopo aver controllato la sussistenza di tutti i requisiti, concede o nega l’assegno con proprio atto. In caso di concessione, trasmette i dati all’INPS che provvederà al pagamento.

 

Il modulo per la domanda è reperibile presso l’Ufficio Servizi alla Persona del Comune al piano primo del palazzo comunale oppure cliccando qui

Clicca per scaricare le istruzioni qui illustrate

Per informazioni Settore 1 – Ufficio Servizi alla Persona (Primo piano Palazzo Comunale)

(Orari: Lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10:00 alle 12:00. Martedì e giovedì dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 17:00):

 

Istruttore Amministrativo

Giovanni Segnini
tel 0566-906246
e-mail g.segnini@comune.massamarittima.gr.it

 

Responsabile del Settore 1

Dr. Francesco Rapezzi:

tel 0566-906249

e-mail  f.rapezzi@comune.massamarittima.gr.it